Missione

La Chiesa esiste per la missione,  perché  in ogni tempo e in ogni luogo della storia umana si manifesti a tutti gli uomini la grazia del Dio che salva. In questi ultimi anni è  emerso con chiarezza che l’incontro con il vangelo non è scontato neppure in una città di grandi tradizioni cristiane come Monza. La conoscenza, l’amicizia e la solidarietà con le giovani Chiese cristiane aiuta una comunità a tenere viva l’attenzione per l’evangelizzazione.

Primo compito del Gruppo Missionario è pertanto quello di animare e comunicare vita e spirito missionario a tutta la  comunità, custodendo  la memoria della dimensione missionaria di ogni vocazione cristiana, condividendo e testimoniando la propria fede ai “lontani” (dalla pratica della fede) e rimanendo attenti a coloro che “vengono da lontano” (gli immigrati sul nostro territorio).

Fondamento di ogni itinerario missionario è la comunione con la persona di Gesù Cristo. Per questo la commissione missionaria inviterà i fedeli della CP a vivere spesso la preghiera, in particolare l’adorazione eucaristica, per i missionari e perché in tutti noi si ravvivi lo zelo per  l’evangelizzazione.

Il gruppo missionario della CP si impegna  a sostenere iniziative  che favoriscono la conoscenza delle giovani Chiese  e l’amicizia con i missionari:  testimonianze,  adozioni a distanza, divulgazione di riviste missionarie, promozione di vocazioni missionarie, esperienza di permanenza nelle missioni.  In particolare inviterà i fedeli dell’intera  CP a sostenere cordialmente le iniziative del gruppo “Amici dell’Uganda” di S.Pio X (attivo per raccogliere fondi per micro realizzazioni) e   la collaborazione con le Suore Missionarie dell’Immacolata per “adozioni” o solidarietà a distanza; la Cp sarà invitata inoltre a valorizzare la presenza dell’Onlus “Associazione Sostenitori Ospedale Santa Gemma in Tanzania”, sorta nella parrocchia di  S. Gemma, a sostegno dell’ Ospedale S. Gemma Center in Tanzania, a Dodoma.

Una particolare  attenzione sarà rivolta  alle  problematiche culturali connesse alla globalizzazione ( acqua- debiti- obbiettivi millennio…),  proposte come temi di riflessione ed educazione per grandi e piccoli in ambiti scolastici, oratoriali, associativi.

La commissione missionaria suggerirà iniziative di preghiera e di testimonianza  soprattutto nel mese missionario di ottobre e in occasione della Giornata dei Missionari martiri (24 marzo)

“Che siano una sola cosa perché il mondo veda”.  La comunione tra i cristiani è condizione fondamentale perché la missione abbia piena credibilità di fronte al mondo. Per questo la commissione missionaria avrà il compito di introdurre nella  CP una seria attenzione ai temi dell’ecumenismo, soprattutto accogliendo le proposte di riflessione e di preghiera del Gruppo ecumenico  della zona pastorale V che ha maturato da anni una ricca esperienza .di incontro  con le diverse confessioni cristiane.